Noi Manutenzione giardini Corsi di giardinaggio Notiziario Il mondo dei soci di Attraverso il giardino Consigli di giardinaggio
 
I lavori del mese Satevate che
   
   
 
 
Destinazioni possibili
 
Giardini della Landriana

Una bustina di semi avuta in regalo e seminata in un posto che non aveva neanche una delle premesse indispensabili per far sperare che, nel tempo, un luogo qualsiasi possa trasformarsi in giardino. Questa è la genesi della Landriana.

Certo ci sono voluti denaro, dedizione ed intelligenza (anche perché il primo, senza l’ausilio degli altri due, serve a poco: anzi, legittima scempi paesaggistici, abusi ambientali e pochezze giardinieristiche). Lavinia Taverna, proprietaria ed artefice dei giardini della Landriana, evidentemente possedeva tutti e tre. E così negli anni ’60 si è messa all’opera, coinvolgendo nella vicenda Russell Page, il paesaggista inglese autore di giardini in giro per l’Europa (e anche di un bellissimo libro cult “L’educazione del giardiniere”, Allemandi editore). Se si trovasse ancora in qualche bancarella dell’usato “ Un giardino mediterraneo”, il libro della Taverna sul proprio giardino, pubblicato da Rizzoli nel 1982, varrebbe la pena di far carte false per averlo e, dopo aver visitato il giardino, leggerlo e cercare di ritrovare le piante della Landriana. E soprattutto la loro descrizione, con caratteristiche, pregi e difetti: una specie di scuola teorico- pratica di riconoscimento. In mancanza di meglio, c’è comunque un altro libro di Lavinia Taverna (in vendita anche in loco) che descrive il giardino e le sue stanze. Si chiama “La compagnia di un giardino”. Anch’esso consigliabile.

Giardini della Landriana
Via Campo di Carne, 51 - 00040 Tor San Lorenzo, Ardea (Roma) – 06 91014140
Orari d’apertura:
aprile – maggio: tutti i sabati, le domeniche e i giorni festivi ore 10,00 - 12,00 e 15,00 - 18,00
da giugno a ottobre: la prima e la terza domenica del mese ore 10,00 - 12,00 e 16,00 - 19,00
Ingresso 6 euro

http://www.giardinidellalandriana.it