Noi Manutenzione giardini Corsi di giardinaggio Notiziario Il mondo dei soci di Attraverso il giardino Consigli di giardinaggio
 
I lavori del mese Satevate che
   
   
 
 
Destinazioni possibili
 
Milano - Boscoincittà

Non è esattamente un giardino ed è in periferia, dietro al Parco di Trenno, quello in cui si portano la domenica mattina i cani a correre.

Si chiama Boscoincittà ed è un’area realizzata circa 20 anni fa da Italia Nostra, su terreni concessi dal Comune di Milano. Hanno piantato giovanissimi esemplari di querce, frassini, olmi, aceri campestri, carpini, salici, ontani e biancospini e li hanno fatti crescere come vegetazione spontanea in un bosco: con i relativi sentieri, radure, prati e un laghetto. Ci sono anche degli orti. Naturalmente è tutto pulito e tutto casuale, come succede in un bosco che viene “tenuto” dalla mano dell’uomo.

E’ aperto tutto l’anno e tutti i giorni dell’anno, dalla mattina al calar del sole. Ci si può andare a piedi, in bicicletta o a cavallo. I cani stanno al guinzaglio, tranne che nell’area “Cani sciolti”(!). Ed è un vero bosco: ci si cammina in mezzo per ore e si fatica a ritrovare la strada del ritorno. E cosa c’è di meglio, a Milano, che far perdere le proprie tracce nel bosco?

Il signore che dirige la baracca spiega con grande entusiasmo il progetto - affascinante - di realizzare pian piano una grande area (circa 400 ettari di verde pubblico e verde agricolo) che da Ronchetto sul Naviglio attraversi la periferia ovest di Milano (per intenderci: a pochi metri dallo stadio di San Siro) fino a Pero. Quel che si dice uscire dalla logica del giardino urbano.

Già soltanto i nomi delle zone che - speriamo - faranno parte di questo corridoio ecologico sono simbolici: da Boscoincittà a Parco delle Cave. Per finire con il Parco dei sentieri interrotti (dalla tangenziale, ahimé). Boscoincittà, Via Novara 340, 20153 Milano tel. 02 4522401 - autobus 72