Noi Manutenzione giardini Corsi di giardinaggio Notiziario Il mondo dei soci di Attraverso il giardino Consigli di giardinaggio
 
I lavori del mese Satevate che
   
   
 
 
   
 
 
Fiori e bulbi
Bulbi per la fine dell’inverno

Piantateli quando è già inverno perché non si confondano e sentendo la terra ancora calda e qualche raggio di sole non pensino che è già primavera, cominciando a germogliare prima del tempo e facendosi sorprendere dal freddo.

Piantateli sotto i cespugli decidui (in piena terra ma anche in vaso) per evitare, dopo la fioritura primaverile, di sorbirsi il disordine e la desolazione delle foglie che stanno seccando. Durante l’inverno prendono tutto il sole e l’acqua che è loro necessaria per spuntare, crescere e fiorire, perché non ci sono foglie a far loro ombra. Poi, quando accenneranno a sfiorire, cominceranno a spuntare le prime foglie del cespuglio deciduo che nasconderanno quelle, ormai vecchie, dei bulbi. Sarà allora utile tagliare solo il fiore appassito, in modo che la pianta non fatichi per produrre semi, lasciando che le foglie scompaiano naturalmente (e questo aiuta a fissare l’azoto nel bulbo e ne accresce la possibilità di fiorire anno dopo anno).

Evitate quel procedimento noiosissimo e fondamentalmente non indispensabile di togliere i bulbi dalla terra, tenerli in luogo fresco, arieggiato e buio (che uno cerca e non trova mai in casa) per poi ripiantarli (quando non marciscono) in autunno. Invece di mettere e togliere bulbi, lasciate che vadano e si moltiplichino: è anche altamente simbolico... Quindi: scegliete muscari, anemone blanda, narcisi, crocus, tulipani botanici etc. etc. che, una volta piantati, lì stanno. E mischiateli non solo con arbusti ma anche con erbacee perenni in modo che, sfiorito l’uno, tocchi all’altra. Non c’è niente di più desolante di un vaso di tulipani lasciato a rinseccolire in un angolo del balcone e assolutamente vuoto, tranne che per quelle due settimane di fioritura (pioggia e vento permettendo...).

 
 
Archivio